Il desiderio di diventare Renziano

I media, tutti uniti, concorrono al desiderio di farci diventare renziani

La mia giornata da blogger e “cittadino digitale modello” comincia sempre con la rassegna dei quotidiani online, tour che si conclude quasi ogni giorno su “lastampa.it”.  Apprezzo molto la linea editoriale di Calabresi e ancor di più gli editoriali di Gramellini. Tempo fa ad esempio, lessi uno splendido articolo che riassumeva, citando Platone, quanto gli uomini e le donne avessero il desiderio d’essere “uno”, inteso come la necessità di trasformarsi in una coppia indissolubile, unica e sola, identità. Nel pezzo poi si sollevavano dubbi che non sto qui a citare ed è per questo che vi rimando al pezzo qui.

Tutto ciò per dire che sono rimasto molto sorpreso, anzi deluso, nel leggere l’editoriale di oggi, in cui veniva offerto un endorsment, più o meno celato, al leader delle C aspirate e del Pd, Matteo Renzi. Mi viene quasi da pensare, citando proprio il post sul desiderio, che anch’esso senta la necessità di diventare un “tutt’uno” con il resto dei giornalisti che da mesi, in tutti i modi, tentano di convincerci che il toscano sia il “Salvatore” della patria sceso in campo per noi (cit.).

Insomma, chi vivrà vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.